Logo stampa
 

 Quintorigo & special guest Paolo Fresu 

Experience
Valentino Bianchi sax
Stefano Ricci contrabbasso
Andrea Costa violino
Gionata Costa violoncello
Moris Pradella voce
Guest Paolo Fresu tromba
Introduzione Enzo Gentile

Dal 26-06-2013 al 12-07-2013
Luogo: Corte degli Agostiniani

Paolo Fresu

Sta forse nella parola Experience la chiave di volta dell’avventura musicale dei Quintorigo tutta incentrata sulle canzoni di Jimi Hendrix.
Il nuovo e attesissimo cd Quintorigo Experience raccoglie infatti quattordici tracce del repertorio della Jimi Hendrix Experience e le rilegge con il loro l’inconfondibile e inquieto lingiaggio musicale. Forti di una classicità che è riduttivo definire contaminata e contaminatoria, i Quintorigo estraggono dalle canzoni di Hendrix densissimi umori blues, acidità abrasive, slanci sperimentali.  
La mia porta verso Hendrix è stato lo straordinario chitarrista franco-vietnamita Nguyên Lê con il quale collaboro ormai da quindici anni.
Di evidente derivazione hendrixiana è stato colui che mi ha suggerito il mondo di Jimi che, lo ammetto, conoscevo poco almeno dal punto di vista musicale.
Sono rimasto talmente folgorato che un mio vecchio cd del 1988 si intitola ANGEL.
In questo lavoro non solo suoniamo una versione di “Angel” ma questa ha suggerito sia il titolo dell’album che il nome del gruppo, che ha vissuto tra cd e concerti nel mondo fino all’inizio degli anni Duemila.  
Da allora molte cose di Hendrix sono passate nelle nostre mani. Da “Third Stone From The Sun” in trio addirittura con il cantate sufi e suonatore di oud Dhafer Youssef fino all’ultima versione (2013) di “Manic Depression” assieme a una brass band intitolata “Brass Bang!”.
Una esplosione di suono questa, degna della potenza sonora della chitarra di Jimi Hendrix che tutti noi, seppure in momenti diversi della nostra vita, dobbiamo necessariamente incontrare. Come accade con Bach, i Beatles o Domenico Modugno.

Paolo Fresu

Corte degli Agostiniani Via Cairoli 42 Rimini
venerdì 12 luglio